Si Salviamo l'Italia

Contribuisci anche tu con un commento:

1.452 thoughts on “Commenti

  1. I due leaders contraenti del contratto di governo vigilino sull’asse Mattar-Alpa (il datore di lavoro di Bppe Cont) perché quello è l’asse di Napoli…

  2. Dunque, così come i francesi e i tedeschi hanno negli ultimi venti anni fatto gli interessi e gli affari propri in Europa per lo più fregandosene degli altri Stati membri e volendo per l’Italia un futuro tale e quale a quello della Grecia da rendere inoffensiva e prona e da spolpare, oggi, capita l’antifona e forti delle energie nuove e sperabilmente volitive a vantaggio dell’Italia e dell’Italia in Europa, è necessario porre in essere ed accelerare, implementare (là dove vi sia qualcosa), gli affari ed i rapporti commerciali economici con gli Usa di Trump così come con la Russia di Putin, posizionando politicamente l’Italia al centro degli affari economici europei e internazionali globali. La politica italiana sia funzionale agli affari italiani in Europa, ed al lavoro produttivo. Con la medesima determinazione con cui si sta tentando di risolvere il problema delle invasioni migratorie volute da Francia e Germania a danno dell’Itala, si aggredisca e si dia smalto e slancio alla economia italiana , dentro l’Europa e nel mondo. Francia e Germania se ne faranno una ragione. Attenti cioè all’incasso. Tutto ciò che politicamente si farà deve necessariamente avere una logica ed una convenienza, la propria contropartita e finalità in economia. L’Italia ha bisogno di fare affluire liquidità e affari , lavori produttivi da libero mercato. L’Italia deve divenire “affamata” di affari e di guadagni, di profitto che dà crescita e comune benessere collettivo.

  3. A Emmanuel Macron interessano gli affari, dei migranti non gliene frega niente. Li sta usando, d’accordo la Germania di Angela Merkel, per fregare l’Italia.

    La guerra di Nicholas Sarkozy in Libia è stata fatta per fregare l’Italia , per appropriarsi dell’intero commercio energetico. L’invasione dei migranti dall’Africa e che passa manifestamente dalla Libia è patrocinata e fatta ad arte dalla Francia di Macron – che si sente e pensa di essere il novello Napoleone- per fiaccare e stremare l’Italia e appropriarsi così più facilmente di ciò che di economicamente bello e lucroso ha ancora il nostro Paese. Bisogna seguire i soldi per capire la politica degli ultimi anni di Francia e Germania in Europa.

  4. IL PAPA “ARRICCHISCA” DI MIGRANTI LA SUA SANTA SEDE, E PAGHI L’IMU A ROMA

    Vladimiro Iuliano Fare i falsi buoni con il culo degli altri.
    Il papa Bergoglio ci comunica dal religioso pulpito che dobbiamo continuare ad “arricchire” le nostre città italiane di persone allo sbando, disperati senza arte nè parte, disgraziati e violenti. Dopo che l’altro giorno un suo prelato, senza sortire un granché, ci ha tutti scomunicati nel mentre si indaga sulla sua probabile pedofilia , adesso è intervenuto il Papa che, barricato nella Santa sede e non pagando nemmeno l’Imu dovuto alla città di Roma per gli edifici che ivi sono in gran numero e conducenti alla luce del sole fior di attività di lucro mascherate da opere religiose, ci ha spiegato la grande utilità di avere per le nostre strade , nelle nostre città, ovviamente non le sue, fior di delinquenti che non essendo tenuti a fare niente e pagati gratis con i soldi di noi tutti (non quelli del papa), insudiciano sporcano rubano e aggrediscono, mandando all’aria ogni possibile idea o concetto di civiltà e di diritto, oltre che di solidarietà. Allora diciamo al reverendo papa: ma, se li ritiene così “arricchenti”, perché non se li prende lui? Perché non li ospita lui, pagandoli e mantenendoli gratis, nella Santa sede? Noi, cioè l’Italia, ha diritto all’Imu che il papa non ci paga , quindi lo esigiamo. In cambio lui prende per se tutti questi fior di gioielli di migranti che gli arricchiranno notevolmente, così come dice , l’intera sua blindatissima sede. Si ricordi che gli emigrati italiani sono stati accolti in America perché lavoravano, non per non fare niente. Nessuno Stato può permettersi ti accogliere alcuno se non è in grado di dare all’accolto un lavoro dignitoso. La regola numero uno della solidarietà e di uno stato di diritto, lo si spieghi al caro Bergoglio abituato a sbafo, è di potere lavorare . Si sta in un Paese in tanto quanto c’è la possibilità di mantenervisi autonomamente economicamente lavorando.

    >>>Aspettiamo dunque di vedere il papa darsi da fare in tal senso. A parlare, come parla, sono tutti bravi. Da ora in poi guardiamo i fatti. Ci faccia vedere.

    • Non solo il Papa ma anche tutti i SINISTROSI e GENEROSI A PAROLE, NON NEI FATTI, accolgano nelle loro case spesso sfitte, o al mare ed in montagna, con tende nei loro giardini….. GLI EMIGRATI

      SOLO COSI’, SOLO DIMOSTRANDO CHE NON SI E’ ACCOGLIENTI CON IL CULO DEGLI ALTRI, MA NEI FATTI, POTREBBERO PARLARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *