Si Salviamo l'Italia

Contribuisci anche tu con un commento:

1.458 thoughts on “Commenti

  1. LE PROPOSTE DI RETESI.org: Rivolte ai politici e governanti per far ripartire l’economia, eliminare la disoccupazione, difendere i PRODUTTORI & RISPARMIATORI, riportare il benessere sui cittadini che producono e risparmiano

    ZERO CORRUZIONE, vero e proprio cancro della società, che ruba 50-70 mld/anno pari al 3% del PIL, e che può essere definitivamente risolto con una chiara legge e DASPO (c) dal pubblico ai corrotti esecutiva dal 1’ grado di giudizio
    GIUSTIZIA EFFICIENTE e VELOCE
    che rispetti la Costituzione ed il volere dei Cittadini;
    con Giuria Popolare, max 18 mesi per grado di giudizio, il primo sempre provvisoriamente esecutivo;
    Lavori Sociali come rieducazione e non ingolfamento delle prigioni utilizzate come pensioni a carico del cittadino che produce.
    SOCIALITÅ GRATUITA non per i ricchi e benestanti (Pensioni e Sanità gratuita solo per i bisognosi) copiando il sistema Australiano che farebbe risparmiare da 100 a 200 mld/anno allo stato
    RIDUZIONE LEGGI, REGOLAMENTI e BUROCRAZIA:
    ogni nuova legge e regolamento ne cancella 10;
    obbligo per Stato ed Enti all’uso digitale e della posta certificata (Zero code);
    gli operatori pubblici siano diligentemente a servizio del cittadino e non viceversa, rispondendo dei loro atti o di omissione di atti d’ufficio (Funzionari e Politici compresi)
    TUTELA DEL RISPARMIO e DELLA PRIMA CASA; negli altri immobili l’IMU, ICI, TASSE sia fissata una aliquota max rispetto al reddito, fatturato o utili (fermiamo la spogliazione immobiliare delle aziende e dei risparmiatori)
    FLAT TAX 25% sui produttori: lavoratori, imprenditori, liberi professionisti che lavorano e producono, paghino una aliquota di tasse non superiore a quella delle rendite finanziarie (parassitarie) ed incentiviamoli a lavorare e produrre PIL!
    MENO STATO e più libertà di mercato
    lo stato faccia bene il regolatore e controllore e non MALE l’imprenditore (oggi l’economia gestita dalla mano Pubblica è superiore al 70%);
    eliminiamo burocrazie, gineprai inestricabili di norme e divieti…;
    lo SVILUPPO (sostenibile e compatibile) sia sempre incentivato e tutelato, tutto ciò che è immobile prima o dopo perisce e muore. Una società che non evolve, innova e sviluppa genera solo miseria, degrado e disoccupazione (situazione che stiamo vivendo da più di dieci anni in Italia)
    IMMIGRATI: da PROBLEMA ad OPPORTUNITÅ.
    O trovano un lavoro per mantenersi in Italia, o devono lavorare in lavori socialmente utili 5 gg (38 ore/settimana) in cambio dell’alloggio e cibo;
    idem per tutti gli scarcerati o per coloro che beneficiano della condizionale (lavoro come rieducazione e dignità art.1 Costituzione (a)). Anziché spendere miliardi/anno per l’immigrazione ed i carcerati, spendiamoli per i figli delle famiglie di italiani: PRIMA gli ITALIANI, soprattutto quelli che fanno figli!
    STATO CENTRALISTA o Moderna Federazione di Macro Regioni? L’innovazione, la razionalizzazione e sburocratizzazione con riduzione della spesa pubblica è avvenuta in modo considerevole in quegli Stati che si sono dati una organizzazione snella e FEDERALE: quando la spesa è vicina alla presa il cittadino è più coinvolto e responsabilizzato.
    LA QUESTIONE EUROPEA: Sono e mi sento europeo. Di una Europa solidale in cui il più ricco aiuta il più povero e non, come sta avvenendo, il contrario, ovvero i più ricchi (Germania) spogliano i più poveri tramite regole monetariste da loro stessi imposte

    NB: le misure 1, 2, 3 e 4 libererebbero da un minimo di 150 a 250 mld/anno di maggiori risorse che potrebbero essere utilizzate per le altre misure (dalla 5 alla 10) e per ridurre il debito pubblico; vedremo quindi un’Italia che cresce non allo 0% o 1%, bensì del 2-4% incrementando il REDDITO DI TUTTI I CITTADINI. (SI VEDA anche http://sisalviamolitalia.it/comunicato-stampa-di-massimo-colomban/ )

    Note:

    (a) Art. 1. L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

    (b) Art.47. La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito. Favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese.

    (c) DASPO esclusione per 10-30 anni o a vita dall’operare o al collaborare con qualsiasi Ente o Società Pubblica, o partecipata dal Pubblico

    • Proposte dette e ridette da 5 anni, speriamo che i governanti ascoltino ed applichino per Salvare l’Italia dal degrado!

  2. Ed a noi lavoratori quando pensate? ci fregano dalla busta paga oltre il 55% in contributi e tasse, che sono vermanete una esagerazione, a quando le proposte per noi lavoratori?

  3. Sono curioso di sapere da Colomban, o da Grillo, perche le proposte fatte non sono state accolte
    Sono veramente cusioso di sapere perche’ ?

    • Secondo me i 5S non sono in grado di capire: chi di loro ha lavorato o fatto l’imprenditore? pochi sicuramente fra i parlamentari

    • Protestare dentro e fuori dal Parlamento, per far sapere ai cittadini che una parte delle forze politiche hanno approvato una legge elettorale, che non permetterà agli elettori la scelta dei candidati, mi sembra una ragione a delle proteste animate e coreografiche: così i cittadini capiscono

  4. Le priorità che ha individuato Colomban dovrebbero essere adottate da tutti i nostri parlamentari per fare star meglio i cittadini, altro che il continuo chiacchiericcio che fanno e le beghe quotidiane mentre il paese si impoverisce

    • E LA SOLIDARIETA’ FRA POPOLI E REGIONI DOVE LA LASCIAMO? I NS PADRI E NONNI HANNO FATTO LE GUERRE E PERSO VITE PER COSTRUIRE UNA NAZIO

  5. MA CI VOLEVA COSI’ TANTO A CAPIRE CHE IL POPOLO, CHE I CITTADINI, VOGLIONO UNO STATO PIU’ EFFICIENTE, CON UN’ECONOMIA CHE FUNZIONI, CON REDDITO ED OCCUPAZIONE, E QUINDI HANNO VOTATO IN MASSA, SOPRATUTTO IN VENETO , PER UNA AUTONOMIA GOVERNATIVA MENO CENTRALIZZATA E PIU’ VICINA AI BISOGNI DEL TERRITORIO? CI SONO VOLUTI 70 ANNI???? PER CAPIRE QUESTO!!!

    • Lo stato centralista, figlio di una burocrazia borbonica e sudista, non vuole mollare la presa dei nostri soldi, siamo noi che ci siamo svegliati tardi;
      ora però avanti con decisione!

    • Tu sei sicuramente uno statale, che vive alle spese dello stato, quindi di tutti noi; noi che lavoriamo nelle attività private la CRISI LA SENTIAMO E COME, la leggerissima ripresa trainata dall’export è ben poca cosa rispetto al 20% di capacita di spesa che abbiamo perso negli ultimi 10 anni

  6. COLOMBAN, SE LEGGE, ci può dire che cosa i 5 stelle hanno fatto di costruttivo per le imprese e per noi imprenditori?
    Dicono sempre di no a tutto e sanno solo criticare

    • Sono all’opposizione e non partecipando a coalizioni di governo non hanno prodotto leggi;
      Rimane il fatto che le loro critiche quotidiane, proteste, evidenze sugli sprechi hanno indotto i partiti di governo a stare più attenti, di questo bisogna darne atto

  7. Io credo che Colomban abbia lasciato Roma anche perchè si è reso conto della inconcludenza del monologo del grillo parlante, sempre a criticare, sempre a sognare e MAI A FARE
    Ma possibile che all’interno del movimento non ci siano altre persone che la pensano come colomban?

    • Fosse solo grillo che sogna e protesta senza conclusioni, io vedo una protervia ed arroganza anche nei sindaci ed in molti attivisti, capaci solo a criticare ed a sparare sentenze anzichè a fare, e sopratutto a dimostrare che cosa sanno fare

  8. Ha fatto benissimo a scrivere questo comunicato perchè è davvero molto utile e fa chiarezza sulla situazione generale e di roma capitale !!! grazie

  9. Una messa a punto eccezionale della situazione di Roma. Un grazie davvero, per l’impegno, professionalità e serietà. In bocca al lupo, sempre. Filip

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *