Si Salviamo l'Italia

Contribuisci anche tu con un commento:

1.458 thoughts on “Commenti

  1. LA GIUSTIZIA DIFENDE I CRIMINALI?
    e la politica difende gli irregolari, spacciatori e squartatori?
    IO COMINCIO, COME MOLTI ITALIANI, A DUBITARNE SERIAMENTE

    Sarà formalizzata domani l’accusa di omicidio colposo nei confronti del gioielliere che ieri sera ha ucciso con colpi di pistola uno dei tre rapinatori (quattro con il ‘palo’) che hanno preso d’assalto il suo esercizio commerciale che si trova in corso Durante, a Frattamaggiore (Napoli).

  2. PROSEGUE SENZA SOSTE L’ACQUISIZIONE DELLE BANCHE ITALIANE DA PARTE DEI FRANCESI

    NESSUNO SEMBRA PREOCCUPARSI DELLA COLONIZZAZIONE FRANCO-TEDESCA IN CORSO

    “Approvato il progetto di fusione per incorporazione in Credit Agricole Cariparma delle Casse di Risparmio di Rimini, Cesena e San Miniato”

  3. CON QUALE DIRITTO L’AMERICA BOMBARDA I SIRIANI?
    NON BASTANO GLI SCEMPI GIA’ FATTI IN MEDIO ORIENTE E NORDAFRICA?

    INAUDITO

    Trump mostra i muscoli, bombardamenti americani dal cielo sulla Siria. Damasco: mostruosa aggressione

  4. ITALIA: DALLA DISTRIBUZIONE DEL REDDITO ASSISTENZIALE A PAESE COMPETITIVO DEL LIBERO MERCATO

    Oggi in Italia c’è ancora la convinzione che si debba fare redistribuzione del reddito ritenendo esista un diritto ad avere condizioni di vita più eque da soddisfare, e per questo si tassano i più ricchi e lotta contro l’evasione fiscale e la corruzione. Dopo cinquanta anni di attività redistributiva del reddito, l’Italia si ritrova con una pressione fiscale pari al doppio e il debito pubblico quintuplicato, senza che la distribuzione del reddito sia migliorata. Al contrario le prospettive sono di un suo netto peggioramento, ancora più degli effetti della recente crisi internazionale depressiva del pil e dell’occupazione. Il fallimento delle politiche redistributive è dovuto al fatto che in Italia il mercato non funziona, perché la maggior parte di esso non è aperto alla concorrenza, soprattutto in tutti quei settori che garantiscono l distribuzione del reddito assistenziale. Stando così le cose non si riuscirà mai in Italia a pervenire ad una diversa condizione. Non è cioè la concorrenza a fissare i prezzi perché nei settori nevralgici italiani non c’è e non esiste la concorrenza. Nelle nostre attuali condizioni non si potrà mai attuare con successo non solo una qualsivoglia politica distributiva, ma anche una politica economica volta alla crescita del pil e dell’occupazione. Bisogna oggi elaborare una riforma fiscale simile a quella trumpiana in atto per cui, tolti gli aspetti demenziali assunti nel tempo da quella esistente italiana e semplificatone l’assolvimento, si passi a due uniche tasse: una sul reddito e una sui consumi. Il nostro sviluppo ha la propria forza in due motori: nelle esportazioni e nelle costruzioni. Se si continua a spostare l’onere da una tassa a un’altra o si passa da un sussidio all’altro come hanno fatto i governi recenti, la situazione peggiorerà sempre di più. Gli italiani mal governati ed il nostro Paese andranno sempre peggio se si continua, come si fa, ad aumentare le tasse e a regalare sussidi in contesti in cui i settori non sono esposti alla concorrenza e per di più sono la maggior parte. Rimaniamo bloccati. Il nostro futuro, il futuro degli italiani e del nostro Paese, oggi, non è garantito. Si deve abbattere l’imposta sui redditi d’impresa, detassare gli investimenti e introdurre sconti fiscali sugli utili “parcheggiati” all’estero. Questa è la riforma fiscale in grado di riportare i capitali in Italia, analogamente a quanto fatto da Trump negli Usa. La nostra strada della felicità è porre le condizioni atte a fare profitto e produrre ricchezza. Dobbiamo avanzare e proteggere il nostro diritto collettivo di fare profitto, di produrre ricchezza, incentivarlo incoraggiarlo e porre le condizioni utili perché esista cresca e si sviluppi. Bisogna produrre ricchezza, in Italia, per crescere ed avere benessere personale e collettivo. Se si abbassano le tasse come ha già fatto Trump, le imprese fioriscono, i salari crescono così come i posti di lavoro. È chiaro che se le imprese vengono strangolate di tasse così come di non/mercato fuggono mentre rimangono a marcire e a non funzionare, sostanzialmente a fallire, quelle sovvenzionate dal non/mercato. Si abbassino le tasse, si protegga la produzione sopravvissuta e la capacità di produrre redditi e ricchezza. Si converta la macchina pubblica improduttiva in attività produttiva qualcosa. Si protegga il diritto a fare profitto, a creare ricchezza. Questa è la strada della nostra felicità.

    • FINCHE’ L’ITALIA SARA’ DEPREDATA NEI SUOI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI, DAI PRENDITORI E PREDATORI, NON SI EMANCIPERA’

      DEVE ESSERE POSTO UN TETTO DEL 3 O 5% ALLA PARTECIPAZIONE SINGOLA PRIVATA O DI FONDI, SOCIETA’ NEL CONTROLLO DEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI, VEDASI AD ESEMPIO:
      -le telecomunicazioni
      -i media e TV che dovrebbero rimanere indipendenti da gruppi industriali o politici
      – le Autostrade, Strade o Ferrovie
      – le compagnie aeree (almeno quelle essenziali e nazionali

  5. SCOMETTIAMO CHE UN ANIMALE TRUCIDATORE, CHE UCCIDE E SQUARTA UNA POVERA RAGAZZA DICIOTENNE, IRREGOLARE, SPACCIATORE CHE DISTRIBUISCE MORTE E PROVOCA MORTI VERRA’ RILASCIATO …… mentre un povero (probabilmente instabile e malato) italiano che ha cercato di fare giustizia verrà condannato a decine di anni di prigione?
    SCOMETTIAMO …. come prova che le attuali leggi difendono gli irregolari, criminali, assassini e spacciatori CONTRO GLI ITALIANI CHE CERCANO, anche malamente e pericolosamente, di DIFENDERCI….

    “Pamela morta di overdose”. Ma per il gip non è omicidio

    Il nigeriano: «Sono scappato». Arresto convalidato solo per i reati di vilipendio e occultamento di cadavere

    • SIAMO AD UNO SCONTRO DI CIVILTA’; fra chi ha vissuto fino a ieri nel Medioevo e chi, come noi, che grazieadio a ricevuto una civilizzazione;
      MA I NOSTRI POLITICI VOGLIONO UNA CIVILTA’ POVERA, METICCIA, IGNORANTE E CONTROLLABILE
      INSOMMA DI SOMARI CHE TIRANO IL CARRO E NON PENSANO

  6. ANCHE I GURU DEL MONDO EDUCANO I GOVERNANTI A FAR CRESCERE LE IMPRESE SE UNO STATO, UNA ECONOMIA, INTENDE CRESCERE
    Purtroppo invece in Italia le imprese oltre che essere iper tassate sono anche ideologicamente odiate …..

    «Volete crescere? Aiutate le Startup»
    Yossi Vardi, il guru israeliano del venture capital
    Ha creato 90 aziende tecnologiche e pensa che la vera innovazione e i posti di lavoro non vengano dai giganti della Rete. La miglior rivoluzione? Una maggior inclusione sociale, quando tutti avranno uno smartphone

  7. MENTRE SONO GIORNI CHE I MEDIA DIVAGANO SU LEGA E CENTRO DESTRA, NON RACCONTANO LE ATROCITA’ ED I RITI TRIBALI? CHE QUESTI IMMIGRATI PRATICANO IN ITALIA….
    Leggo in Internet:
    Giallo di Pamela Mastropietro, il corpo della ragazza mutilato atrocemente

    Rivelazioni choc dall’autopsia, il sospetto è che non abbia potuto fare tutto da solo. Il dolore della mamma. “Era una leonessa”

    Ma è dall’autopsia che emergono particolari per i quali nessun aggettivo sembra sufficiente, su quello che è stato fatto sul corpo della povera ragazza. Particolari realmente impossibili da riferire. Ci sono mutilazioni atroci, lesioni, tumefazioni. Tutte le parti sono state poi lavate con la candeggina e infilate nei due trolley.

  8. IL DISASTRO TACIUTO dai media DELLA MONETA UNICA, che arricchisce la Germania ed impoverisce l’Italia, SPOGLIANDO I CITTADINI !
    LEGGI: http://www.liberoquotidiano.it/news/opinioni/13306258/antonio-socci-euro-dopo-16-anni-italia-spaccata-in-due.html

    Disastro moneta unica
    Antonio Socci, euro: dopo 16 anni Italia spaccata in due

    È già successo in Gran Bretagna per la Brexit e negli Stati Uniti per l’ elezione di Trump. Anche da noi le élite usano lo sbrigativo anatema del “populismo” per delegittimare e silenziare il malessere del popolo.

    Quel popolo a cui l’ articolo 1 della Costituzione attribuisce “la sovranità” che gli hanno in gran parte sottratto. Il disagio sociale che dilaga in Italia (il Censis lo ha chiamato «rancore» per il declassamento sociale subito) è lo stesso che, negli Stati Uniti, ha portato Donald Trump a vincere. Le élite puntavano sulla candidata “progressista” Hillary Clinton, mentre Trump ha dato voce ai “dimenticati”, al ceto medio massacrato dalla globalizzazione e dalla crisi, ai lavoratori senza più lavoro, scomparsi dai radar di Obama e della Clinton. Da noi il “massacro sociale” della globalizzazione ha assunto la forma dell’ Euro e dell’ Unione Europea (che poi è una Super Germania).

    • E PENSARE CHE TUTTI, MA PROPRIO TUTTI CI VOGLIONO CONVINCERE CHE USCIRE DALL’EURO SARA’ UN DISASTRO… ma non si chiedono quanto più disastroso è rimanere dentro

      • Esatto!! Con tutte le spese e commissioni che paghiamo per i soldi che ci presta la Banca Europea!!! E’ solo un toccasana uscire!

  9. I VERI DATI SUGLI IMMIGRATI IRREGOLARI, ALMENO 500.000… una bomba ad orologieria!?

    Il dossier LEGGI: http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/18_febbraio_06/operai-studenti-irregolari-migranti-richieste-asilo-51a88428-0aba-11e8-aeb9-f008c9e7034a.shtml

    Dopo Macerata, l’Italia degli immigrati: gli irregolari sono 500.000
    Sono quasi 6 milioni gli stranieri che vivono nel nostro Paese, tra loro anche 500mila senza permesso. A Milano il maggior numero di persone richiedenti asilo

  10. UDITE UDITE! Trump che taglia le tasse anzichè esser visto come un toccasana per le IMPRESE & LAVORATORI, per la ripresa economica come sta avvenendo, e quindi per il REDDITO DEI CITTADINI, viene visto dall’establishment, dalla CASTA, come una disgrazia…sapete perchè?
    PERCHE’ ANDRA A TOGLIERE ALLA CASTA ED ALLA FINANZA SPECULATIVA & PARASSITARIA gli introiti, spropositati, delle tasse e degli agi finanziari
    ED I MEDIA PRONTI A DIFENDERE LA CASTA …..?
    leggiamo dal web: http://www.repubblica.it/economia/2018/02/05/news/bce_riforma_fiscale_usa_trump-188078023/

    Il monito Bce a Trump: “La riforma fiscale scatena concorrenza al ribasso sulle tasse”

    Nel Bollettino economico si guarda la riforma fiscale Usa dall’occhio europeo: preoccupa l’erosione di imponibile per i nostri Paesi

  11. I PREZZI DEGLI IMMOBILI SONO IN 10 ANNI DIMEZZATI; questo DISASTRO significa che i VALORI delle case ed immobili degli italiani (il 72% ha la casa in proprietà) in 10 anni sono dimezzati; che le garanzie che le banche avevano si sono dimezzate ed in parte vanno a costituire quelle insolvenze e mancate garanzie stupidamente denominate NPL – Non performing Loan; che vengono svendute al 10-20% del loro importo e che saranno oggetto di ESECUZIONE da parte dei fondi che li hanno acquistati; un intero settore trainante l’ECONOMIA (si stima il 20%) è stato DISTRUTTO e comunque ridotto dal 50 al 70%; questo grazie anche all’ICI oggi IMU che sta spogliando cittadini ed aziende … anzichè essere come nel resto del mondo proporzionale al reddito (o fatturato) l’IMU va a pesare mortalmente ed a far fallire aziende e persone indigenti.
    A FRONTE DI QUESTO DISASTRO LA COSA VIENE PRESENTATA IN MANIERA POSITIVA oggi sul Corriere Economia, leggete:

    Comprare casa adesso conviene: da Roma a Milano, costa la metà di 10 anni fa

    Viaggio nel potere d’acquisto che è cresciuto molto perché sono crollati i prezzi e i tassi dei mutui
    di Gino Pagliuca

    Sette metri quadrati

    Dieci anni fa, con i prezzi immobiliari ai massimi, un quadro dell’industria privata che guadagnava 32mila euro all’anno poteva comprare devolvendo tutto il suo stipendio solo 7 metri quadrati di una casa in un’area semicentrale di Milano. Con la retribuzione equivalente di oggi ne può acquistare oltre 10. Ancora più evidente il vantaggio per gli acquirenti della Capitale, dove i 7 metri di 10 anni fa sono diventati 11. Se invece si ipotizza un dipendente pubblico con stipendio a fine 2007 di 20mila euro interessato all’acquisto di un alloggio in area periferica, dieci anni fa a Milano comprava con un’annualità di retribuzione sei metri e mezzo, contro i quasi 10 di oggi. A Roma si è passati da meno di sette e mezzo a oltre nove metri e mezzo. Se ci si domanda perché a un certo punto il mercato della casa è crollato, e perché ora sta risalendo sia pure lentamente la china, i numeri che abbiamo citato lo spiegano. I prezzi del mattone erano diventati insostenibili e ora sono molto più abbordabili, perlomeno per chi ha qualche risparmio alle spalle e un reddito sicuro se deve chiedere un mutuo: si tratta però di condizioni che sono sempre state discriminanti.

    Continua LEGGI: http://www.corriere.it/economia/leconomia/cards/casa-oggi-costa-meta-dieci-anni-fa-conti-tasca-milano-roma-l-economia-gratis-oggi-edicola/sette-metri-quadrati_principale.shtml

  12. AL VOTO, AL VOTO IN ITALIA : IL RISCHIO SCAMPATO DELLA TRAGEDIA GRECA
    Diciamoci chiaramente adesso se è questa l’Europa che ci va bene e che vogliamo. “La Grecia rimarrà sotto la supervisione internazionale per diversi anni e dovrà camminare nel cammino di riforme almeno per un altro decennio”. Firmato: Declan Costello commissario Ue per gli aiuti alla Grecia, il quale ha spiegato così il disastro e la tragedia greca, non ai greci, ma ai parlamentari olandesi.
    “Restano problemi molto gravi ancora da affrontare” , e si è, solo sulla carta, al terzo programma di aggiustamento economico per la Grecia. Quest’ultima, non solo non è più sovrana e non decide alcunché di se stessa, ma è totalmente dipendente dall’Europa tedesca, oggi franco/tedesca, la stessa che l’ha sdrenata e depauperata. La Grecia è sotto controllo “internazionale”, precisamente tedesco, oggi controllo franco/tedesco. Volevamo questo per l’Italia? Perché Germania e oggi con Macron Francia, volevano e vogliono questo. Il piano di acquisizioni societarie e delle imprese italiane ne è la dimostrazione sul cotè economico e, su quello più propriamente politico, è esattamente dal 1997 che la Germania pseudo europea sta costruendo, pezzo dopo pezzo, il suo novello Reich. È solo per un caso che la Germania europea non è riuscita a fare ancora dell’Italia la novella Grecia. Le condizioni erano state create e poste: governi appositamente non eletti dagli italiani ma imposti discrezionalmente ed arbitrariamente e, in quanto tali, malleabili e proni ; al posto degli eletti, i servitori della Merkel……………….i vari politici che si sono alternati al governo in Italia……. Ecco cosa sta succedendo alla Grecia. Case pignorate (come la legge fatta passare dal recente governo in Italia) ed irruzioni nei tribunali di Atene, austerità e rigorismo anelastici tedeschi mai previsti da nessun trattato europeo e parlamento asseverante le richieste/imposizioni di Germania e la presto accodata Francia. Tagli alle famiglie e ai diritti dei lavoratori , smantellamento dei contratti nazionali. Disastro per disastro, forse, sarebbe stato meglio per i greci fare da soli. “Accogliamo con favore l’attuazione di quasi tutte le azioni preliminari concordate per la terza revisione” ha comunicato l’Eurogruppo sulla Grecia che ha deliberato l’emissione della tranche pari a 6,7 miliardi alla sorvegliata speciale. L’economia greca ristagna e i consumi sono fermi. L’Europa tedesca tiene per la collottola i greci e averte che “la soluzione al problema del debito greco rimane determinante per emettere un verdetto definitivo sul piano di aiuti”. Il rapporto debito/pil della Grecia è al 177 per cento, il più alto d’Europa. Una nuova crisi del debito sovrano lascerebbe i tecnocrati tedeschi ora anche francesi di sasso, la Bce oltre ogni limite del proprio mandato. Il giro di vite sui Paesi con i debiti più alti è nei programmi tedeschi e francesi, nascosto tra le proposte di riforma Franco-tedesca per l’appunto dell’euro.
    L’Italia deve sfilarsi dal giogo pseudo europeo tedesco , oggi franco-tedesco, il quale vuole il nostro Paese schiavo come la Grecia , e da colonizzare (ove già non colonizzato totalmente) economicamente ancora prima che politicamente, e , chiedere a gran voce la ricontrattazione e rimodulazione dei Trattati europei (e l’eliminazione del Fiscal Compact autoproclamatosi trattato ma che tale non è), riacquisendo il diritto autonomo ed indipendente alla propria politica economica tramite cui convergere progressivamente e soprattutto “tendenzialmente”, come ha fatto scrivere il governatore Guido Carli a suo tempo, nella nuova Europa.
    Ecco quello che stiamo cercando e dobbiamo “scampare”. Inutile dire che contra principia negantem non est disputandum e che accogliere senza colpo ferire oggi un dittatore come Erdogan non porta bene. La Turchia avrebbe dovuto essere “coltivata” ed attirata nell’alveo europeo a tempo debito, cioè quando non era ancora una dittatura antidemocratica quale è diventata. Oggi in Turchia sono violati i diritti umani dei suoi cittadini , i giornalisti sono presi di forza e sbattuti in galera per le loro idee ed espressioni considerati oppositori politici terroristi contro Erdogan. Le folle, se manifestano, vengono violentate e gli Stati Uniti sono odiati ed additati quali terroristi . Aggredisce Israele accusandolo di essere un Paese terrorista, e fa la guerra a chi contrasta l’Isis dicendo di stare combattendolo. La Turchia è diventata ed è stata resa un Paese integralista islamico che non media alcunché se non per affermare se stessa ed il mondo islamico. Erdogan ha seppellito e piombato per sempre Ataturk e l’occidentalizzazione auspicata. Erdogan non rappresenta che le sue mire espansionistiche prepotenti di arabo islamizzante. L’Italia deve smettere di mostrare di non avere capito ciò che è sotto gli occhi di noi tutti, e rassettare le proprie strategie dotandosi di governi eletti e di politica illuminata, e che guarda costruttivamente al futuro. Erdogan lo si lasci al Papa comunista Bergoglio, l’Italia si schieri apertamente con Trump o comunque dimostri di difendere e tutelare i propri cittadini prima di ogni altro temibile impero Franco-Tedesco o di qualunque altro stato espansionista

    • Qui in ReteSi sono anni che allarmano su questo pericolo, inizialmente solo tedesco ora si è aggiunta la francia e quindi possiamo parlare sicuramente di perciolo franco-tedesco

  13. HANNO RAGIONE SALVINI E BERLUSCONI, 600.000 IRREGOLARI SONO DA MANDARE VIA: Delinquono ed inopportunano le donne fuori dei supermercati e stazioni, spacciano droga ai ragazzi fuori delle scuole ed università, il 65% dei reati in Italia è opera dell’8% di immigrati, delinquono 8 volte di più degli Italiani; e le sinistre, con le loro cooperative che si ingrassano con i nostri soldi, li vanno a prendere e con il papa li invitano a venire da noi

    • Io ho lavorato in Svizzera e li gli immigrati vengono assunti dalle aziende, non possono rimanere in Svizzera se non dimostrano di avere un lavoro e come possano vivere;
      La cittadinanza la puoi avere dopo 10-12 anni di ininterotta residenza, a condizione che sai la lingua del cantone, che conosci le leggi, le regole le regole e sopratutto che non hai mai fatto alcun reato; altro che jus soli come predicato e proposto qui in Italia, paese del bengodi e della confusione

      • Mi pare un falso mito. La verità è che gli immigrati fanno comodo all’imprenditoria perchè abbassano gli stipendi medi abbassando, però, contemporaneamente la qualità della vita e distruggendo la nostra cultura oltre che la nostra qualità produttiva. Non parliamo delle coop che ci guadagnano sugli immigrati.

  14. LA FINE, IL CROLLO DELLE CRIPTOMONETE, la GRANDE BOLLA ed illusione

    Dal Giappone alla Cina, dall’India agli Stati Uniti, la criptomoneta è al centro di controlli e indagini da parte di governi e banche centrali. E anche Facebook ha deciso che non accetterà inserzioni per promuovere l’acquisto di moneta virtuale. Le quotazioni scendono fino a 8mila dollari, contro i 20mila di dicembre

    • BITCOIN SCESO SOTTO I 6.000 DOLLARI, HA PERSO 2/3 DEL VALORE IN POCHE SETTIMANE; QUALCUNO ANCORA CI CREDE E SI ILLUDE????

      Il prezzo di Bitcoin è crollato di nuovo oggi scendendo sotto la soglia dei 6.000 dollari arrivando a 5.900 per poi recuperare e portarsi ora a quota 6.300 dollari. Un calo del 19,9% che va ad aggiungersi alle vendite degli ultimi 30 giorni che hanno portato la criptovaluta a perdere circa 10.000 dollari con un calo di oltre il 60%.

  15. ODIO RAZZIALE? COLPA DI BOLDRINI … O SALVINI…?

    Io credo che i prmi a pagare questa stupida, irragionevole, e falsa solidarietà dell’immigrazione incontrollata, o meglio incentivata per sporchi interessi di soldi e partito saranno i poveri e le periferie italiane

    MA PERCHE’ LE NOSTRE SINISTRE, che si dicono e sottolineano democratici, non fanno un referendum chiedendo agli italiani:
    – volete così tanti immigrati, senza regole, che forse in parte sono criminali?
    – volete dare a questi la cittadinanza? lo IUS SOLI?

    PERCHE’ NON SENTONO GLI ITALIANI ANZICHE’ PROPAGANDARE LA SOLIDARIETA’ fatta con i loro sporchi interessi sulle spalle degli italiani e della povera gente? PERCHE?

    • La risposta caro Teodoro sarebbe sicuramente NO, non li vogliamo; ma se fanno un referendum, basterebbe anche una semplice indagine, non potrebbero più arricchirsi con, sembra, i 5 miliardi ogni anno tolti dalle tasche degli italiani;

      E gli italiani subiranno sempre di più gli atti criminali di queste bestie, che violentano e fanno a pezzi le ragazze… gli immigrati sono l’8% della popolazione ma commettono il 40% dei reati: cioè delinquono 5 volte di più, il 500% in più della media degli italiani ! …..e noi li manteniamo ed istruiamo alla delinquenza nelle nostre carceri, naturalmente sempre con i nostri soldi: con i soldi dei poveri italiani!

      RICORDIAMOCI QUANDO ANDREMO A VOTARE CHI HA FAVORITO QUESTA DELINQUENZA, CRIMINALITA’ ED INVASIONE INCONTROLLATA

    • CHE SCHIFO: RAI3 e La7 questa mattina incentrano il dibattito solo su Berlusca e Salvini che dicono giustamente di voler riportare a casa gli irregolari, delinquenti e nullafacenti fatti entrare in massa dalle sinistre
      RAI3 e La7 DOVREBBERO INCENTRARE IL DIBATTITO, PER CAPIRE PERCHE’ UNO/DEI NIGERIANI VIOLENTANO, MASSACRANO E TAGLIANO A PEZZI UNA POVERA RAGAZZA ITALIANA
      che schifo …..

      • ormai l’informazione è totalmente monopolizzata. Berlusconi (ancora Berlusconi????) è ovunque, Salvini, 5 stelle e PD non ne parliamo. Ma è possibile??? Ma poi i 5 stelle votati dai musulmani???!!! Ci stanno condannando tutti e nessuno se ne accorge!! Ci vuole coraggio a cambiare le cose, ma ho paura che l’italiano medio stia ancora troppo al calduccio per aprire gli occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *